Cosa ha di STRAORDINARIO?

Cosa ha di STRAORDINARIO ?

Vedendo tanta pubblicità, anche televisiva, mi sono incuriosito.

Cosa ha di STRAORDINARIO ? Il nome !

VEDIAMO GLI INGREDIENTI:

CYCLOPENTASILOXANE, DIMETHICONOL, CHAMOMILLA RECUTITA EXTRACT, COCOS NUCIFERA OIL, NELUMBIUM SPECIOSUM, BENZYL ALCOHOL, CINNAMAL, LINALOOL, LINUM USATISSIMUM FLOWER EXTRACT, CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE, GARDENIA TAHITENSIS FLOWER EXTRACT, ROSA CANINA FLOWER EXTRACT, BISABOLOL, GLYCINE SOJA OIL, PARFUM..

Nella pubblicità si parla di oli e estratti oleosi; nella lista ingredienti si utilizza per molti di questi l’INCI: xxxEXTRACT.

Non credo sia una svista o un errore non voluto. Parliamo di un prodotto L’Oreal, quindi di uno dei leader in termini di qualità sicurezza e rispetto delle norme.

Nel caso del Monoi, l’olio di Tiarè la dizione è certamente corretta, infatti si tratta di un oleolito di Gardenia Tahitensis in un olio di Cocos Nucifera. Per come è redatta la lista ingredienti sembrerebbe che anche la cammomilla, il loto e la rosa canina siano oleoliti. Scelta non comune.

Il nuovo regolamento cosmetico comporta una registrazione telematica dei prodotti dove si richiede di specificare la presenza di oli essenziali e proprio l’agenzia per la sicurezza dei cosmetici francese sta da tempo dettando linee-guida che rendono particolarmente problematico l’utilizzo di oli essenziali nel cosmetico.

Per il resto il prodotto sembra composto sopratutto ( forse oltre il  95% ) da CYCLOPENTASILOXANE e DIMETHICONOL.

Il primo è un ciclometicone, quindi un silicone volatile. Si tratta di siliconi molto leggeri, molto gradevoli se applicati, che per di più con la temperatura della pelle tendono ad evaporare e quindi a lasciare un minimo residuo untuoso.

L’utilizzo  dei siliconi volatili , molto diffuso fino a pochi anni fa, ha generato qualche preoccupazione per la sicurezza del consumatore, specie per ciclometiconi con solo 3 o 4 siloxani. Al momento la sicurezza di quelli più pesanti come il cyclopentasiloxane ed il cyclohexasiloxane è in discussione, ma più che altro se ne teme l’impatto ambientale.

Non c’è nulla di STRAORDINARIO nel utilizzo di una miscela  CYCLOPENTASILOXANE e DIMETHICONOL per un olio capelli, lo stanno utilizzando tutte le principali marche di oli per capelli da oltre una ventina d’anni, per l’effetto vellutato , non grasso e leggermente condizionante che da.

Nel complesso si tratta di un efficiente  complesso cosmetico, che funziona e può soddisfare chi non ha aspettative di prodotti naturali e rispettosi per l’ambiente.

Interessante notare il benefit su cui il marketing L’oreal accentua la comunicazione: sull’onda delle BB cream, anche l’OLIO STRAORDINARIO vanta la MULTIFUNZIONALITA’, infatti viene presentato come utilizzabile in molti modi diversi.

Non è importante conoscere e capire tutti i diversi utilizzi e soprattutto nessuno pretenderebbe che il/la consumatrice sia in grado di apprezzarli tutti.

Quello che conta per il marketing è che siano tanti, per creare nel consumatore l’associazione mentale : PIU’ FUNZIONI = PIU’ VALORE che tanto ha avuto successo per le BB cream.

Per il resto, ho notato le solite baggianate della pubblicità cosmetica:

L’olio di Lotus, l’olio di Rosa  e l’olio di Lino nutrirebbero i capelli, che essendo cumuli di cellule morte per nutrirle prima devi farle resuscitare .

Poi l’elegante NONSENSE : “Il trattamento sublima i capelli” che visto che sublimare in fisica significa passare dallo stato solido a quello gassoso, farebbe pensare al fatto che li vaporizza , i capelli …ed io penso :   speriamo bene che non lo faccia !!!

ed altre simpatiche , ridicole chicche pubblicitarie.

 

Fonte: nononsensecosmethic by Rodolfo Baraldini

SpuTblicità: bava di lumaca = allantoina ? Cosa c’è dietro. | Nononsensecosmethic

Ho già parlato dei cosmetici alla bava di lumaca, visto che è stato un ingrediente emozionale di successo. Laura mi segnala che proprio di questi tempi è in corso una campagna pubblicitaria , anche su primarie reti televisive ( Mediaset ). Vari passaggi al mattino e pomeriggio di quasi 2 minuti l’uno. Un bel investimento pubblicitario. Stimando un costo a passaggio televisivo dell’ordine dei 5000 €  si tratterebbe di un discreto investimento. È abbastanza raro che questo tipo di comunicazione “aggressiva” passi da internet, dove sembra  si possa raccontare di tutto con costi minimi, alle tv nazionali, dove la comunicazione pubblicitaria costa decisamente di più ed è soggetta più spesso a controlli ed eventuali sanzioni. Nei canali televisivi locali, soprattutto negli orari ad audience minima destinati alle televendite, da tempo circolano lunghi spot  sulla Celltone.

 

SpuTblicità: bava di lumaca = allantoina ? Cosa c’è dietro.

Si notano elementi tipici della sputblicità :
improbabili foto prima e dopo.
i riferimenti a imprecisate ricerche scientifiche.
la scoperta fortuita di un rimedio naturale.
Lunghe testimonianze che vantano risultati estremamente positivi.

Al 57° secondo imparo che il gel di lumaca è “chiamato allantoina”
A 2′ e 36″ scopro che il gel di lumaca “produce” acido glicolico.
A 2′ e 44″ è un “antibiotico” naturale
A 2′ e 45″ “uccide i foruncoli”
… e via di seguito collezionando claim medicali , evidenti refusi o informazioni fuorvianti.

Visto che il prodotto Celltone ha una grande distribuzione internazionale da vari anni , spot simili sono stati contestati dagli organi di controllo della pubblicità.

Nel passaggio allo spot di meno di 2 minuti su reti Mediaset, molti tagli hanno eliminato le affermazioni più controverse e contestabili. Resta la strana e confusa affermazione della bava di lumaca chiamata allantoina . Confondere la complessa bava di lumaca composta da tante diverse sostanze , con la allantoina, una singola sostanza cuginetto dell’urea, si spiega solo col fatto che ”allantoina” suona bene e volendo può comparire nella lista ingredienti. Sempre per come suona nei testi pubblicitari, la bava diventa un gel, che fa un po’ meno ribrezzo. Visto il salto di budget negli investimenti pubblicitari ho cominciato a domandarmi cosa e chi c’è dietro a questa operazione. In Italia il celltone è venduto attraverso vari siti di vendita on line, gestiti da società diverse . http://www.celltone.eu/ http://www.goldshop.it/gold/ita/celltone.html#full-description http://www.shoppando.it/celltone.html http://www.celltone.it/ http://vistointv.medianet-store.it/celltone.html In alcuni siti si parla del paese di origine del prodotto, l’ ECUADOR. In effetti l’operazione CELLTONE è partita quasi 10 anni fa in ECUADOR con una società commerciale , specializzata nella vendita diretta. La Television y Ventas Televent S.A. oggi ha vendite annue dell’ordine dei 60 milioni di US$.

Specializzata nelle televendite di qualunque cosa, si vanta di essere uno dei primi in America latina, in Equador ha anche vari punti vendita specializzati nella rivendita di elettrodomestici, televisori ecc.. Quindi il prodotto nasce per questa tipologia di vendita, con una comunicazione che stimoli la vendita ad impulso tipica della televendita. Con questa impostazione commerciale , cosa c’è dentro e se davvero fa qualcosa , diventano argomenti secondari. Interessante valutare la marginalità di una operazione marketing come questa. Il costo all’esportazione dall’Ecuador di questi prodotti, per piccoli lotti ( <1000 pcs ) pare essere di circa 6/7 US$  ( informazione che ho ricavato dai documenti on line di una esportazione in Bolivia). Spontaneo desumere che per quantità maggiori il costo FOB sia inferiore. Vendendola a  39,9 € c’è abbastanza margine per pagare un bel po’ di spot televisivi, se se ne vende abbastanza. Chi opera nelle televendite sa che, per prodotti acquistati ad impulso sotto i 150€ , è relativamente “facile” superare la quota di 200.000 pezzi venduti. La televisiun la g’ha na forsa de leun

Fonte: nononsensecosmethic/Rodolfo Baraldini

Nuova versione delle Bombe da Bagno!

 

DSCN3127

Oltre alle classiche bombe da bagno, da oggi sul nostro sito http://www.saponetico.com troverete la nuova versione dei Frizzanti da Bagno in polvere adatta, oltre al bagno, anche a maniluvi e pediluvi.

Da usare con acqua tiepida, dona alle mani e ai piedi una sensazione di benessere grazie all’amido di riso e al bicarbonato; lascia la pelle profumata e morbida.

E’ lenitiva per tanti problemi di pelle, come secchezza, sensazione di mani e piedi freddi, gonfi…lenisce gli arrossamenti.

La profumazione è vaniglia-mandarino.

La polvere da bagno, come tutti i nostri prodotti, è certificata VeganOk.

DSCN3128

Nuovi prodotti e confezioni regalo natalizie

 

DSCN3103 Per i tuoi regali di Natale, sul sito http://www.saponetico.com sono disponibili tanti prodotti naturali, vegetali e certificati. Dai saponi all’olio di oliva, con oli essenziali e profumati con fragranze senza allergeni, ai burri corpo puri non idrogenati, dai cofanetti regalo per ogni esigenza alle confezioni fatte a mano e originali.

Nelle foto trovi una carrellata dei prodotti che potrai trovare sul sito http://www.saponetico.com, ma ce ne sono molti altri!

Inoltre, se fai parte del circuito Sardex, fino alla fine di ottobre, potrai usufruire di uno sconto del 25% con pagamento in SRD.

Ti aspetto su http://www.saponetico.com anche per chiedere ulteriori informazioni.

Confezione regalo uomo
Confezione regalo uomo
Borsa in juta 3 prodotti
Borsa in juta 3 prodotti
Cofanetti regalo fatti a mano
Cofanetti regalo fatti a mano
Unguenti
Unguenti
Saponette naturali con oli essenziali sardi
Saponette naturali con oli essenziali sardi
Cofanetti regalo fatti a mano
Cofanetti regalo fatti a mano
Confezioni regalo originali
Confezioni regalo originali

Come curare gli animali domestici in modo naturale

cani 1

Sapete che è possibile trattare le affezioni più comuni dei nostri amici pelosi con rimedi fitoterapici e omeopatici? Scopriamo dunque come curare gli animali domestici in modo naturale.

La capacità di curarsi da soli in modo naturale non è una prerogativa esclusiva del genere umano, perfino i nostri amati cani e gatti riescono a praticare una sorta di spontanea autoterapia, cibandosi di erbe dotate di proprietà medicinali. Ad esempio sono soliti nutrirsi di alcune piante purganti come varie graminacee (avena selvatica ecc.), che stimolano il vomito e permettono il pieno recupero delle funzionalità gastro-intestinali.

Di origine piuttosto recente è una disciplina scientifica, chiamata zoofarmacognosia, mirata proprio a studiare i metodi e le pratiche utilizzate dagli animali per curare molte patologie. In fitoterapia abbiano quindi ancora molto da imparare dalla semplice osservazione dei loro comportamenti.

Se i nostri animali da compagnia riescono a curarsi da soli trovando sistemi naturali, allora vale il principio di poter adottare nei loro confronti dei rimedi naturali per permettere l’allontanamento dei parassiti e la guarigione da varie malattie.

Pur consigliandovi di non perdere mai l’abitudine di far visitare i vostri pet dal veterinario per chiedere un consulto medico, tratteremo in questa sede sia le proprietà benefiche di molte piante facilmente utilizzabili, e la possibilità di ricorrere all’omeopatia per il trattamento dei disturbi comuni degli animali domestici.

Come curare animali domestici in modo naturale: le piante più utili

In generale, ricordate di tenere a disposizione alcune piante che potranno rivelarsi utili per i vostri cani e gatti, come quelle aromatiche (timo, rosmarino, basilico…) che svolgono funzioni digestive, toniche e antisettiche; aglio, cicoria, verbena e borragine sono ottime per le loro proprietà antinfiammatorie e depurative; melissa e aneto che facilitano la digestione, o il ricostituente fieno greco ricco di minerali.

Se il problema sono invece i parassiti provate l’olio di Neem che trovate in erboristeria, dall’odore particolarmente sgradevole, ma utilissimo contro pulci e zecche, oppure ricorrete alla potenza degli agrumi: basta infatti passare sul pelo del vostro cane un panno col succo ottenuto dalla spremitura di un limone o di un’arancia per ottenere ottimi risultati.

cani 2

Come curare animali domestici in modo naturale: le sostanze naturali più utili

Stesso discorso vale per l’aceto di vino bianco, che può esser facilmente diluito e spruzzato su un panno morbido da strofinare sul mantello dei nostri amici pelosetti (in alternativa usate l’aceto di mele al momento della toilette del vostro cane), mentre sempre in erboristeria potete contare sugli oli essenziali (di lavanda ed eucalipto) o sulle lozioni a base di queste essenze (citronella, geranio, menta le più valide).

Al di là delle applicazioni esterne è possibile poi intervenire anche sull’alimentazione con un cucchiaino ogni tre giorni di oli vegetali (girasole, lino, borragine ecc.), o col ricorso all’erba medica e agli estratti secchi di olea europea e centaurium, senza dimenticare che in commercio si trovano anche shampoo, collari, polveri e spray completamente naturali a base di estratti vegetali, valide alternative ai più aggressivi e nocivi prodotti chimici.

Come curare animali domestici in modo naturale: in caso di punture e affezioni cutanee

In caso di punture da parte di ragni, api, calabroni o altri insetti disinfettate subito con la tintura madre di calendula (15-20 gocce sciolte in mezzo bicchiere d’acqua, da applicare sulla parte colpita con una garza). Quest’ultima (come quella di aloe) può essere utilizzata in generale per disinfettare e favorire la cicatrizzazione di piccole lesioni, dopo averla diluita in acqua bollente e poi fatta raffreddare.  Restando sui problemi legati alla cute, i rimedi per gli eczemi dei cani sono l’infuso di foglie di rovo (Rubis fructicosus), da applicare direttamente sulla parte colpita, e quello di olmaria (Spiraea umaria), che si prepara lasciando a bagno 25 g di foglie in mezzo litro d’acqua per 10-15 minuti e poi filtrando, prima di somministrare al cane due cucchiai al giorno. Per le scottature va bene invece l’olio essenziale di lavanda, con una goccia da diluire in un cucchiaio di olio d’oliva.

cani 3

Sorgente: www.tuttogreen.it